Il nuovo credito di imposta 2020 sostituisce i precedenti super ed iper ammortamento relativi l’industria 4.0.
Tante le novità e le agevolazioni per le imprese. Vediamole nel dettaglio.

VANTAGGI:

  • Beni Strumentali Materiali (allegato A, legge 11 dicembre 2016, n. 232):
    è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del:
    – 40% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
    – 20% del costo per la quota di investimenti tra i 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro.
  • Beni Strumentali Immateriali (allegato B, legge 11 dicembre 2016, n. 232, come integrato dall’articolo 1, comma 32, della legge 27 dicembre 2017, n. 205):
    è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del:
    – 15% del costo per la quota di investimenti fino a 700 mila €.
  • Altri Beni Strumentali Materiali (diversi da quelli citati nell’allegato A):
    – 6% nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.

A CHI E’ RIVOLTO:

  • Possono accedere:
    – Tutte le imprese residenti nello Stato Italiano, che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti.
    – Possono accedere al credito d’imposta al 6% per gli altri beni strumentali, gli esercenti arti e professioni.
  • Sono escluse:
    – Le imprese in stato di liquidazione volontaria, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale, altra procedura concorsuale. Sono inoltre escluse le imprese destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231.

COME E QUANDO ACCEDERE:

– Il credito si applica agli investimenti effettuati a decorrere dal dal 1 gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro il 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
– Per i beni tecnologicamente avanzati e immateriali, le imprese sono tenute a produrre una perizia tecnica semplice rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale o un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato.
– Per i beni di costo unitario di acquisizione non superiore a 300.000 euro è sufficiente una dichiarazione resa dal legale rappresentante.

Per maggiori info visita il sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

BENE

INVESTIMENTO PRECEDENTE INCENTIVO

INCENTIVO 2020

Beni Strumentali Materiali Fino a 2,5 mln di € Iperammortamento al 170% Credito di imposta 40%
Beni Strumentali Materiali Tra 2,5 e 10 mln di € Iperammortamento 100% tra 2,5 e 10 milioni;
50% tra 10 e 20 milioni euro.
Credito di imposta 20%
Beni Strumentali Immateriali

 

Fino a 700 mila € Iperammortamento al 40% Credito di imposta 15%
Altri Beni Strumentali Materiali Fino a 2mln di € Superammortamento al 130% Credito di imposta 6%
Menu